Come creare uno spot pubblicitario efficace per la tua azienda

da Dic 9, 2019Marketing

Ci sono regole ferree da seguire per sapere come creare uno spot pubblicitario efficace per la tua azienda o attività, leggendo questo articoli scoprirai quali sono e come metterle in atto per produrre un video memorabile.

L’importanza dei video pubblicitari

Oggi i nostri smartphone ci hanno permesso di avere una telecamera in mano tutti i giorni, pian piano ci stiamo abituando a filmare davvero di tutto e questo ci porta ad essere più vicini al mondo dei video.
Non siamo solo passivi ma li creiamo pure e impariamo a comunicare con questo potente mezzo.

Il video è uno strumento fortissimo, in grado di trasmettere emozioni che le parole non sarebbero in grado di farlo. Non a caso se leggiamo un libro ma poi vediamo il film ci rendiamo conto che quest’ultimo ci regalerà emozioni completamente diverse. Non voglio con questo dire che i libri non siano emozionanti, ma il tipo di comunicazione è impressa solo tramite delle lettere. In un film noi guardiamo delle persone, cogliamo la temperatura dei colori, avvertiamo sentimenti da alcuni gesti, udiamo dei brani musicali…

Il video è un tipo di comunicazione a 360 gradi capace di trasmettere tutte le emozioni.

Questo ti fa capire che è lo strumento perfetto per far emozionare i tuoi potenziali clienti, perchè se ancora non lo sai, non si compra con la logica ma si compra con l’emozione.

Anni fa avremmo potuto dire che il video era in grado di arrivare anche a tutta quella fetta di popolazione analfabeta che non era in grado di cogliere un messaggio pubblicitario scritto. Oggi fortunatamente gli analfabeti ormai sono pochissimi e non ce ne dobbiamo più preoccupare.

La pubblicità in tv negli anni ’50

La pubblicità nei video ha subito tantissimi cambiamenti negli anni, proprio per questo è utile ripercorrere brevemente la sua storia per capire come costruire una pubblicità di successo nel 2020.

Carosello

Forse i giovani non lo conoscono, ma se sei nato prima degli anni ’60 conoscerai sicuramente Carosello, il format televisivo creato esclusivamente per mostrare pubblicità. In quegli anni non era possibile interrompere un programma televisivo per mostrare uno spot, quindi la RAI decise di creare uno spazio apposito per trasmettere i contenuti pubblicitari.

Carosello era uno dei programmi preferiti dai bambini, poichè all’epoca i video pubblicitari erano sketch divertenti che riuscivano ad intrattenere anche i più piccoli. I protagonisti erano dei personaggi particolari, come Calimero, che appare per la prima volta in Carosello. Il tipo di comunicazione era diretto e semplice, con la necessità di utilizzare un linguaggio comune.

Come realizzare un video pubblicitario di successo in 5 regole

Oggi la comunicazione si è evoluta tantissimo, di conseguenza anche il modo di fare video.
Ma seppur il modo è cambiato, ci sono sempre regole importanti da seguire per realizzare uno spot pubblicitario efficace.
Vediamo insieme quali sono:

  • analizza la tua azienda;
  • definisci un target;
  • scegli un modello di pubblicità;
  • racconta una storia;
  • emoziona il tuo pubblico

In realtà queste 5 regole puoi attuarle anche durante la creazione di una qualsiasi pubblicità, ma oggi le vedremo nello specifico per quanto riguarda la realizzazione dei video.

Analizza la tua azienda

Prima di tutto devi analizzare la tua azienda se vuoi sapere quale messaggio vuoi trasmettere. Una pubblicità manda sempre un messaggio. Sempre. Ricordatelo bene.

Qual è l’obiettivo della tua azienda?

Apple ha come obiettivo la rivoluzione del mondo degli smartphone, e direi che gli sta riuscendo piuttosto bene.

L’obiettivo di Barilla che viene anche definito dal suo pay off? Farti sentire a casa.

Nel momento in cui riesci a trovare il tuo obiettivo, saprai che messaggio trasmettere e dopo non ti resta che seguire le altre regole per costruirci un video.

Analizzare la propria azienda comunque è una delle cose più difficili da fare. Difatti è molto più facile giudicare gli altri che se stessi, quindi devi cercare di avere un occhio molto autocritico ed essere obiettivo.
Nulla vieta che tu possa chiedere aiuto ai tuoi dipendenti o familiari per farti dare una mano ad analizzarla, loro saranno molto più critici e attenti rispetto a cose che magari tu non riusciresti a notare.

Definisci un target

Questa è la parte che mi diverte di più, anche se non è molto creativa, anzi è abbastanza psicologica (sarà che ho una passione per la psicologia).
Definire il target della tua pubblicità ti aiuta a capire a chi ti stai rivolgendo, e in base a chi ti rivolgi cambi il modo di comunicare.

Utilizzeresti mai dei termini tecnici di meccanica con un bambino di 5 anni? Non ti capirebbe mai.
Al contrario parleresti mai con dei termini semplici se dovessi incontrarti con un meccanico della Ducati per creare un nuovo performante motore? Ovviamente no.

Se vuoi creare uno spot pubblicitario efficace devi sempre tenere a mente come rivolgerti al bersaglio della tua comunicazione (definito target) e parlare come lui.
Difatti è dimostrato che ci piacciono le persone che parlano come noi e che hanno i nostri stessi gusti, usa questa chiave per creare la tua pubblicità di successo.

Per definire un target devi porti le seguenti domande:

  • Dove abita il mio cliente tipo?
  • Maschio o femmina? O entrambi?
  • Quanti anni ha?
  • Quali sono i suoi interessi?
  • Qual è il suo ceto di appartenenza?

Facciamo un esempio: sei un meccanico e hai un’officina con sede a Bologna. Vuoi farti conoscere e iniziare a lavorare di più. Necessiti quindi di un video per aumentare la tua autorità; analizziamo dunque la tua situazione.
Il tuo target abita a Bologna e dintorni, in prevalenza maschile (circa sul 60-70%). Ha più di 18 anni, ma se vogliamo definirlo meglio direi tra i 30-55 anni. Spesso infatti sono i genitori dei ragazzi giovani a portare l’auto in officina. Gli interessi possono essere tanti e occorrerebbe studiare il settore e il tuo cliente tipo per definire meglio. Ceto di appartenenza probabilmente medio.
Ora che sai chi è il tipo di persona a cui è rivolta la tua comunicazione, sai cosa dire. Per esempio potresti scegliere un adulto di 35 anni come protagonista dei tuoi video, sposato e con una macchina economica.

Scegli un modello di pubblicità

Il semiotico Jean Marie Floch ha individuato 4 forme di comunicazione che possono essere adottate per fare una pubblicità.

  • Pubblicità referenziale
  • Pubblicità obliqua
  • Pubblicità mitica
  • Pubblicità sostanziale


Se vuoi entrare nello specifico ti consiglio di leggerti e studiarti i modelli di pubblicità in modo approfondito.

Racconta una storia per creare una pubblicità di successo

Alla base di una pubblicità di successo c’è sempre una storia capace di farti emozionare. Far divertire e farti sognare è la formula magica per creare uno spot funzionante e proprio per questo non è per niente facile raccontare una storia emozionante. Soprattutto devi tener conto che uno spot pubblicitario è costituito di pochi secondi, non hai la possibilità di raccontare una storia come in un film. Qui si tratta davvero di poche scene veloci capaci di farti sorridere e di essere ricordate per decenni.

Qui puoi vedere una piccola raccolta di spot degli anni 90 che raccontano una storia brevemente.

La pubblicità emoziona, innamora, seduce. Suscita emozioni. Un chilo di pubblicità può contenere 999 grammi di razionalità, ma brillerà e si distinguerà per il suo grammo di follia.

Luis Bassat

Emoziona il tuo pubblico

Come già detto prima l’emozione sta alla base della vendita. Io non compro un abito in modo razionale ma compro un’emozione, so che un determinato abito mi fa risultare più bello. Perchè la commessa dopo aver comprato un abito ti dice “Ma guarda che staresti bene con questa cravatta accoppiata.” E tu la compri perchè sai di stare ancora meglio.

Noi compriamo emozioni.

Enfatizza sempre più che puoi la tua pubblicità. Rendila folle e strana per permettere ai tuoi potenziali clienti di farsi emozionare.
Come è successo per questo profumo:

E non voglio tralasciare un brand famoso che potrebbe semplicemente mostrare scarpe e abbigliamento nei suoi video, ma quello che fa è regalare un’emozione che viene attribuita a quegli oggetti, tra l’altro senza mostrarli nemmeno. Stiamo parlando di Nike, il brand fortissimo che punta su video emozionali per attrarre e fidelizzare il suo pubblico.

Ma quindi come si trova un’idea per creare uno spot pubblicitario di successo?

Trovare un’idea non è così semplice come possa sembrare, soprattutto che possa funzionare per il tuo brand. Non a caso esiste l’agenzia di comunicazione che permette di analizzare il tuo brand e creare una pubblicità ad hoc per la tua azienda seguendo i passi che abbiamo visto finora.

Ad ogni modo ti consiglio di leggere il nostro articolo “Come trovare un’idea pubblicitaria” per approfondire l’argomento.

WhatsApp Cerchi aiuto?